Lo yoga contro il dolore al collo ed alle spalle

Dopo una giornata di lavoro più pesante del solito capita di tornare a casa con il collo rigido e le spalle doloranti: questo perché è proprio nella zona ‘collo-spalle’ che si accumulano lo stress e la tensione. Come rimediare a questi dolorosi episodi? Con una serie di semplici esercizi mirati, che funzionano a meraviglia per eliminare stress e tensione da collo e spalle. Questi esercizi dovranno essere fatti con calma, lentezza ed attenzione: in caso contrario, potrebbero fare più male che bene.
Fai un bel respiro, quindi espira; mentre butti fuori l’aria, abbassa lentamente il tuo mento fino a toccare il petto, in modo da fare un lungo, delicato stretching ai muscoli del retro del collo (nuca). Fai molti profondi respiri con il mento abbassato. Alza ora la testa ed inspira, quindi espira ed abbassa nuovamente il mento verso il petto. Ripeti un paio di volte.

  1. Dopo aver preso un bel respiro, espira molto lentamente e abbassa la tua orecchia destra verso la spalla destra; chiaramente, non la raggiungerai: non ti preoccupare, l’importante è seguire la direzione. Respira e fai attenzione a come il collo e le spalle si sono piegati nel lato sinistro. Fai molti respiri profondi, inspira e rialza la testa. Ripeti dall’altro lato.
  2. Ripeti l’esercizio numero due, quindi ruota il mento in basso verso il petto e prosegui seguendo un movimento circolare, sino ad arrivare al lato opposto; inspira profondamente, e mentre espiri esegui un movimento circolare opposto al precedente, in modo da far tornare il mento sul lato di partenza. Ripeti l’esercizio partendo dal lato opposto
  3. Inspira e alza le spalle, cercando di spingerle il più in alto possibile. Quindi rilasciale aprendo la bocca e dicendo ‘AAAAHH’ (tieni la mandibola il più rilassata possibile). Ripeti l’esercizio più volte.
  4. Alza le spalle, spingile indietro lentamente e prosegui imprimendo loro un movimento circolare. Ripeti più volte, quindi fai lo stesso esercizio ma in direzione contraria.

Potete vedere un esempio di questi esercizi seguendo il video qui sotto:

Peeling per il viso al timo e salvia

Ecco come pulire in profondità e delicatamente la pelle molto grassa, senza ricorrere a un peeling troppo energico. Da utilizzare al massimo 1 volta al mese. Mischiate bene 2 cucchiai di argilla bianca, 1 cucchiaio di salvia in polvere e 1 cucchiaio di timo in polvere. Fate un infuso molto caldo con 1 altro cucchiaio di salvia e un altro di timo in polvere, lasciando bollire cinque minuti. Versate l’infuso caldo sulla miscela appena preparata e mescolate. Applicate sul viso, strofinando energicamente con movimenti circolari della punta delle dita (evitate però il contorno degli occhi e della bocca). Lasciate agire la crema, come fosse una maschera, per 20 minuti, poi sciacquate abbondantemente con acqua tiepida.

Cenere: i suoi usi

Fertilizzante: non gettate via la cenere di legna; unitela al concime e mescolatela al terriccio in primavera. Ma non utilizzatela per piante che amano i terreni acidi, come i rododendri e le azalee.
Antiriflesso: riducete il riverbero e le radiazioni ultraviolette dietro agli occhiali da sole: bagnate un dito nell’olio, immergetelo nella cenere e disegnatevi una linea scura sotto gli occhi.
Per rimettere a nuovo il peltro: aggiungete dell’acqua alla cenere setacciata e strofinate il peltro con un panno morbido.
Per sgrassare: quando siete in campeggio o usate il barbecue, immergete le pentole e gli utensili unti in cenere mista ad acqua o fate una densa pasta di cenere e acqua per grattarli.
Antiparassitario: per scacciare chiocciole e lumache, costruite delle piccole barriere di legno e cenere intorno alle piante e alle aiuole

Altri usi del tè

Sauna profumata: non gettate le bustine del tè usate. Mettetele in una pentola di acqua bollente: potrete utilizzarle per una maschera di vapore al viso gradevolmente profumata.
Schiarente: per dare ai capelli rossi o castani dei riflessi dorati, sciacquateli con del tè all’arancia.
Concime: aiutate le felci e le altre piante da appartamento annaffiandole una volta alla settimana con una soluzione molto leggera di tè tiepido.
Lenimento per cani: se il vostro cane soffre di eruzioni cutanee, fategli degli impacchi con alcune bustine di tè bagnate in acqua fredda prima di portarlo da un veterinario.
Rimedio per scottature: mettete delle bustine o delle foglie di tè (o ancora meglio di camomilla) bagnate direttamente sulle scottature; copritele con una garza per tenerle ferme.
Per lucidare: lucidate con del tè molto forte gli oggetti e i mobili laccati di nero, poi asciugateli con un panno morbido.